Parigi: antirazzisti imbrattano statua di Voltaire

Parigi – Due statue legate all’era coloniale francese sono state imbrattate con pittura rossa durante le manifestazioni per demolire monumenti commemorativi di personaggi accusati di avere legami con la schiavitù o il colonialismo.

Una delle statue imbrattate con vernice rossa è quella di Voltaire, un importante filosofo e scrittore dell’Illuminismo francese, accusato di dovere parte della sua fortuna al commercio dell’era coloniale.

L’altro monumento è quello Hubert Lyautey, un generale che prestò servizio in Marocco, Algeria, Madagascar e Indocina quando erano sotto il controllo francese, e in seguito fu ministro  durante la prima guerra mondiale.

Altri monumenti francesi sono stati presi di mira durante il fine settimana, anche nella città settentrionale di Lille, dove le parole “colonizzatore” e “assassino” sono state dipinte sul basamento di una statua di Louis Faidherbe, un generale del 19 ° secolo ed ex governatore del Senegal.

Le azioni sono scaturite dalle crescenti richieste degli attivisti antirazzisti  di abbattere i monumenti che onorano i personaggi storici che avrebbero avuto un ruolo nel commercio degli schiavi o nel colonialismo, sulla scia delle proteste globali provocate dalla morte di George Floyd nel Stati Uniti.

Condividi

 

One thought on “Parigi: antirazzisti imbrattano statua di Voltaire

  1. Ci mettano la faccia coloro che dell’uccisione del Floyd hanno fatto pretesto antirazzista per scatenare le piazze e perpetrare deliberatamente un attacco alla memoria della nostra Civiltà.

    È evidente il disegno e nulla ha a che fare con la sbandierata questione razziale e le sue epurazioni dei simboli della nostra Storia.

    Il respiro fetido del NWO ci sta sul collo, ed è tempo di snidarne i responsabili.

Comments are closed.