Storie di eroi fasulli, la speronatrice di finanzieri sbarca al cinema

Nuova tappa nel processo di beatificazione di Carola Rackete, la capitana tedesca della Sea Watch 3 arrestata – e poi rilasciata – a giugno dopo avere speronato una motovedetta della Guardia di Finanza nel tentativo di sbarcare, pur senza autorizzazione, i migranti a bordo.

Per la sua 60esima edizione, in programma tra il 2 e il 9 novembre, il Festival dei Popoli di Firenze – promosso dall’omonima associazione impegnata nella promozione e nello studio del cinema di documentazione sociale – presenterà nella serata di apertura la prima internazionale del film-documentario “Sea Watch 3”, dedicato alla nave ong. La pellicola, girata dai giornalisti-registi Jonas Schreijag e Nadia Kailouli che erano a bordo dell’imbarcazione nei concitati giorni di giugno, racconta in presa diretta il salvataggio in mare di 53 migranti, l’arrivo della polizia e l’irruzione della nave sulle coste di Lampedusa. […]

Dopo l’omaggio dell’Europarlamento, ora Carola sbarca al cinema. Strumento che contribuirà a darle ulteriore risalto mediatico, ultima tappa di un processo di beatificazione che potrebbe portare la capitana – perché no – a impegnarsi in politica.

www.ilgiornale.it

Condividi

 

Articoli recenti