Regionali Emilia-Romagna, Fdi candida Alessandro Meluzzi presidente

BOLOGNA Fratelli d’Italia candida lo psichiatra Alessandro Meluzzi alla presidenza dell’Emilia-Romagna. «La regione stavolta è contendibile, lo hanno dimostrato le elezioni politiche del 2018 e le europee quest’anno, ma le regionali sono una tornata elettorale in cui i gangli del potere amministrativo della sinistra giocheranno un ruolo, quindi è fondamentale individuare un candidato che possa portare il centrodestra alla vittoria in Emilia-Romagna», spiega Michele Barcaiuolo, responsabile regionale di Fratelli d’Italia. Lo scrive  il corrieredibologna.corriere.it

E Meluzzi è colui che sembra avere il profilo giusto, «è il nome che sottoponiamo agli alleati, per noi è il candidato migliore, e speriamo che questa candidatura venga valutata», insiste Barcaiuolo ricordando che lo psichiatra, volto noto in tv, «non è un dirigente di Fratelli d’Italia, né iscritto, ma è uomo di grandi capacità ed esperienza professionale e politica, è conosciuto ed apprezzato, non ha peli sulla lingua e non ha paura a schierarsi, cosa che in Emilia-Romagna è fondamentale, soprattutto ha capacità di governare e può attrarre consenso».

La disponibilità dello psichiatra

Barcaiuolo ha raccolto oggi stesso la disponibilità di Meluzzi alla candidatura: «Mettiamo sul piatto una candidatura di altissimo profilo, un nome che ha sangue romagnolo e ha mantenuto uno studio profilo professionale a Rimini», uno che «sta seguendo i fatti di Bibbiano con cognizione di causa…»; e ora la palla passa agli alleati, «con cui discuteremo, ma non vogliamo mettere in discussione l’unita’ della coalizione».

 

Condividi