Roma, sgombero palazzo occupato: materassi e cassonetti bruciati

Dopo ore di trattative, iniziate alle prime luci dell’alba, e proposte di soluzioni abitative alternative insoddisfacenti per gli abitanti della scuola occupata di Primavalle, edificio pericolante in via Cardinal Capranica a Roma, le forze dell’ordine hanno dato il via allo sgombero. I manifestanti, in segno di protesta, hanno dato fuoco alle barricate che avevano costruito nella notte.

(La7) La maggior parte degli occupanti dell’ex scuola dopo aver accettato inizialmente una soluzione alternativa hanno fatto marcia indietro e si sono barricati nello stabile. A quel punto blindati e agenti in tenuta antisommossa, sono intervenuti per ‘liberare’ la grande struttura ma sono stati bersagliati da un fitto lancio di oggetti dalle finestre. Alcuni occupanti hanno dato fuoco a copertoni e mobili per impedire alle forze dell’ordine l’accesso all’edificio. Le forze dell’ordine hanno risposto con gli idranti e alla fine sono riuscitiad entrare nel palazzo.

L’ex scuola era occupata dal 2003 ma tra gli anni ’80 e i primi anni ’90 era già stata occupata da alcune formazioni antagoniste. Secondo chi ci ha vissuto negli ultimi anni, nell’ex scuola c’erano circa 340 persone, la maggior parte stranieri, pochi gli italiani, tra cui licenziati o finiti in cassa integrazione. Tanti anche gli sfrattati.

Condividi