Sassari: presunti jihadisti condannati per immigrazione clandestina

Condividi

 

Non facevano parte di una cellula jihadista e sono stati assolti dal tribunale di Sassari dalle accuse di associazione di stampo terroristico e strage. Si tratta di Sultan Wali Khan, imprenditore residente a Olbia, e di altre 10 persone pachistane.

Secondo l’accusa avevano creato una base in Sardegna e si erano resi responsabili di attentati nel loro paese. La corte di Assise li ha però solamente condannati per immigrazione clandestina con pene che arrivano fino a 10 anni, multe che arrivano fino a 80mila euro nonché l’espulsione dall’Italia una volta terminata la pena.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -