Chiese i domiciliari per il marito dell’amante, condannato Pm

FIRENZE, 24 GEN – Il tribunale di Genova ha condannato a 8 mesi di reclusione, pena sospesa, Vincenzo Ferrigno, accusato di abuso d’ufficio per aver chiesto gli arresti domiciliari per il marito della sua nuova amante quando era sostituto procuratore a Firenze. L’accusa aveva chiesto la condanna a 2 anni di reclusione. Assolta la donna, anche lei imputata nel procedimento. (ANSA)

Condividi