Ong, Di Maio a Malta: “fate sbarcare donne e bambini, li accoglieremo in Italia”

“Due navi ai confini dell’Europa. Ancora una volta solo l’Italia viene chiamata in causa. Malta non fa attraccare le imbarcazioni nonostante siano nelle loro acque territoriali a un miglio dalla costa. Tutta l’Europa se ne frega. Non possiamo continuare a cedere a questo ricatto. Ma per me nessun bambino con la sua mamma può continuare a stare in mare ostaggio dell’egoismo di tutti gli Stati europei”. Lo scrive Luigi Di Maio su Facebook.

Malta faccia sbarcare subito donne e bambini da quelle imbarcazioni e li mandi in Italia. Li accoglieremo. Siamo pronti ancora una volta a dare, come sempre, una lezione di umanità all’Europa intera“.

“Poi ci mettiamo al telefono con ognuno dei capi di stato europei e li costringiamo a rispettare le quote previste per ogni Paese. Questa Europa così non va, la cambieremo con le prossime elezioni europee. Ma i bambini non possono pagare il prezzo di un’Europa che si gira dall’altra parte per non vedere”, conclude il vicepremier. ADNKRONOS

Dello stesso parere la senatrice M5S Fattori

“Chiudere i porti per bloccare i flussi migratori è come chiudere gli ospedali per impedire di ammalarsi. Inutile, crudele e disumano. Una vergogna non solo italiana ma europea”. Lo scrive su Facebook la senatrice di M5s Elena Fattori di M5s.

Condividi