Coniugi italiani (lui affetto da distrofia) vivono in stazione

AUTO-SFRATTI

 

19 NOV – Lui è affetto da distrofia miotonica. Lei invece cardiopatica, dalla salute resa ancor più vacillante dal diabete e dall’osteoporosi. Due coniugi, con una figlia ventenne ancora a carico, costretti a vivere riparati – di giorno – nella sala d’attesa della stazione ferroviaria di Capua e – di notte – nell’auto generosamente prestata da un amico.

Una vita da «barboni» che per Domenico Merola, 48 anni, e la moglie Palma Errico, 46 anni, ha avuto inizio improvvisamente quando, in una fresca mattinata d’aprile, i due congiunti sono stati costretti ad abbandonare la propria abitazione in via Santa Maria dei Franchi, nel centro storico della città.

«Ci siamo subito adoperati per una soluzione – ha riferito il sindaco della città Carmine Antropoli – invitando tutti gli uffici municipali preposti ad adottare e ad avviare le legittime procedure di tutela, previste a favore delle persone e dei nuclei familiari in stato di bisogno». Purtroppo, immobili di proprietà comunale non sono oggi liberi, perchè – in parte – occupati abusivamente.

Purtroppo sono italiani e non sedicenti profughi, altrimenti potrebbero contare su una sistemazione come quella in foto.

foto ilrestodelcarlino.it
foto ilrestodelcarlino.it

 

Condividi

 

bresup

Articoli recenti

One thought on “Coniugi italiani (lui affetto da distrofia) vivono in stazione

  1. consiglio: si buttano fuori gli occupanti abusivi e si da la casa a questa famiglia veramente bisognosa!!!

Comments are closed.