Tarantola: la RAI crea valore, necessario intervenire sul canone

tarantola

 

4 giu – Lo ha detto il presidente Rai, Anna Maria Tarantola, in Vigilanza. “Per un cambiamento radicale è necessario intervenire sulla missione, sulla governance, sul canone; questo non è alla portata della Rai, che è comunque pronta a collaborare. Il preannunciato anticipo dei lavori per il rinnovo della convenzione è positivo”, ha detto Tarantola in Vigilanza.

La Rai, come le altre emittenti pubbliche europee – ha proseguito – crea valore. La tv pubblica “sostiene la produzione indipendente di film e fiction; finanzia l’industria dei cartoni animati; fornisce servizi di informazione e di intrattenimento rilevanti per la popolazione; crea contenuti legati al Paese e alle infrastrutture presenti a livello nazionale; favorisce lo sviluppo del capitale umano e sociale; è una parte importante del Sistema paese”. “Ma per poter fornire un sostegno vitale per la vita economica, culturale e civile deve essere efficiente e indipendente – ha aggiunto Tarantola -; una adeguata governance e risorse finanziarie certe e definite per un periodo di tempo sufficiente a consentire la pianificazione della propria attività sono condizioni indispensabili per garantire piena indipendenza.

Nel luglio 2012 nell’assumere la carica – ha ricordato Tarantola – abbiamo trovato una Rai in sofferenza economica. Si rendeva necessario un robusto Piano Industriale che affrontasse i problemi e declinasse le azioni risolutive. Lo abbiamo fatto a legislazione e perimetro dati. Non posso sottacere – ha proseguito – che il processo di cambiamento è faticoso anche a motivo dell’attuale governance; come ho avuto modo di osservare in una mia precedente audizione, la presenza di interessi meta-aziendali non aiuta”. ansa

 

2 thoughts on “Tarantola: la RAI crea valore, necessario intervenire sul canone

  1. La Tarantola ci deve spiegare come fanno le altre emittenti a mantenersi senza canone e offrendo servizi ottimi. La truffa autentica sta negli alti stipendì che si elargiscono a Fazio, la Clerici, ecc.FACCIANO ANCHE QUESTI PERSONAGGI UNA …CURA DIMAGRANTE, ESSENDO FINITO ANCHE PER LORO IL TEMPO DELLE VACCHE GRASSE. Ha fatto bene RENZI a togliervi 150 milioni ( spero che sia arrivi a questo )

  2. La RAI ,così come strutturata, crea e creerà solo debiti anche aumentando il canone del 300/100 . Dipendenti assunti in un numero spropositato e senza professionalità; spesso la professionalità è data dal cognome che portano. I servizi d’informazioni rilevanti che infestano le trasmissioni Rai sono quelli dei cuochi, cuoche ed altre castronerie del genere. La Rai, se vuole veramente, fare profitto ed essere un vero sevizio pubblico deve scrollarsi di dosso i miglia di parassiti che vivono alle spalle del contribuente.

Comments are closed.