Uccide i genitori e chiama il 112 dicendo frasi sconnesse

cc515 febbr – Ha prima ucciso i genitori e poi si è costituito chiamando il 112. È accaduto a Veduggio con Colzano, un paesino vicino a Seregno, in Brianza.

I carabinieri arrivati sul posto hanno trovato due cadaveri a terra con evidenti segni di violenza alla testa e sul corpo, mentre il presunto omicida, un 41enne, farfugliava frasi sconnesse. L’uomo abitava con i genitori nell’appartamento dove avrebbe commesso il delitto. Le vittime erano entrambi pensionati, lui di 85 e lei di 80 anni.

Secondo i primi accertamenti, che però dovranno essere confermati in sede medico legale, sarebbero stati colpiti violentemente con un corpo contundente. Dopo l’efferato duplice delitto, l’uomo ha chiamato i carabinieri dicendo frasi come “non mi sopporta nessuno”. –

Condividi