Le banche italiane aprono un ufficio a Francoforte

abi20 feb – Il Comitato esecutivo dell’Abi, riunito oggi a Roma, su proposta del nuovo Presidente, Antonio Patuelli, ha deliberato di aprire un ufficio di rappresentanza a Francoforte, centro della costruzione dell”’Unione bancaria europea”. Obiettivo strategico dell’Abi e’ la costruzione di identiche regole e condizioni concorrenziali fra tutte le banche dei paesi dell’area euro.

Attualmente l’Abi, oltre che a Roma e Milano, e’ presente a Bruxelles tramite la Febaf, la Federazione delle banche, delle assicurazioni e della finanza.

Il Comitato esecutivo ha, inoltre, confermato tutte le deleghe gia’ conferite ai Vicepresidenti (Giovanni Berneschi, Francesco Micheli, Mario Sarcinelli, Camillo Venesio e Emilio Zanetti). In quest’ambito la funzione di Vicario passa da Camillo Venesio a Francesco Micheli, per equilibrare le rappresentanze nella Presidenza dell’Abi.

Il Comitato esecutivo dell’Abi ha altresi’ indicato Luigi Abete quale nuovo Vicepresidente della Febaf, la Federazione delle banche, delle assicurazioni e della finanza.

Inoltre il Comitato esecutivo ha deliberato di integrare il Comitato di presidenza dell’Abi con Alessandro Profumo (Presidente Mps) e Maurizio Sella (past President di Abi e di Federazione bancaria europea) che rappresentera’ il Presidente Patuelli di fronte agli Organi europei di Bruxelles e Francoforte e con le associazioni bancarie europee.

Nell’ambito delle deleghe assegnate il Vicepresidente Camillo Venesio e’ stato nei giorni scorsi indicato come consigliere di Patti Chiari in rappresentanza della Presidenza.

Condividi