Bologna, Cittadinanza onoraria a figli di immigrati: la Lega lascia l’aula

Cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati: il no di Bernardini

manes12 febbr – La proposta di dare la cittadinanza onoraria ai figli degli immigrati arriva in Consiglio comunale, ma i consiglieri della Lega Nord abbandonano l’aula. “In segno di protesta contro un’operazione propagandistica ed elettorale“, così Manes Bernardini, capogruppo del Carroccio: “Con tutti i problemi che abbiamo a Bologna di lavoro, sociali e legati alla chiusura delle imprese, con 18.000 metalmeccanici a casa, famiglie in estrema difficoltà e crisi del sistema creditizio, quella della cittadinanza, sinceramente, mi sembra l’ultima delle questioni da affrontare…

Uno spreco, un consiglio comunale per fare propaganda ideologica usando i bambini“. Continua sul suo profilo Facebook Bernardini: “Il Movimento 5 Stelle voterà a favore del riconoscimento della cittadinanza onoraria ai figli di immigrati bolognesi. Finalmente iniziano a dichiarare le loro vere idee”.

A favore hanno votato il Pd, Sel, il Movimento Cinque Stelle e l’ex ‘grillina’ Federica Salsi, contrario il Pdl, assente dunque la Lega. Nell’odg, inoltre, si chiede alla giunta di “promuovere una cerimonia di conferimento della cittadinanza onoraria a cinque bambine e a cinque bambini in rappresentanza di tutti i bambini nati e residenti a Bologna da immigrati stranieri e rappresentativi fra diverse comunità presenti in città”, e di “continuare il sostegno ad iniziative volte ad incentivare una politica di accoglienza nei confronti di tale fascia di popolazione contribuendo alla realizzazione di una maggiore integrazione sociale”.“

bolognatoday.it

Condividi