Trans aggredita e gettata dalla finestra: arrestati 3 romeni

29 dic – Tre romeni sono stati arrestati a Roma dalla polizia per la feroce aggressione subita da una transessuale, gettata dalla finestra del suo appartamento la sera del 25 dicembre. La vittima è ancora ricoverata in ospedale: le sue condizioni sono gravissime, è in pericolo di vita.

B.F. 32enne e D.I. 29enne, entrambi di origine romena, sono stati arrestati ieri, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare, per il reato di tentato omicidio, dagli agenti del commissariato Porta Maggiore. Mentre gli agenti stavano eseguendo gli arresti sono emersi elementi anche a carico di un terzo cittadino romeno, individuato come complice dei due connazionali. L’uomo è stato quindi rintracciato e trattenuto in stato di fermo di polizia giudiziaria.

La mattina del 25 dicembre tre persone si erano presentate alla porta di un appartamento di via degli Angeli abitato da tre transessuali ed erano entrati con la forza chiedendo del denaro. I tre romeni hanno aggredito prima a parole le transessuali. Uno dei tre aggressori era anche l’ex convivente di uno dei transessuali che vivono nell’appartamento e ha iniziato a picchiare la sua ex minacciandola con una pistola. La vittima era intervenuta in aiuto dell’amica ed era stata aggredita violentemente dai tre uomini: prima con una bottiglia e poi a forza era stata buttata giù dal balcone, al secondo piano dello stabile. La vittima soccorsa e accompagnata nel vicino ospedale, ha lesioni gravissime ed è  in pericolo di vita.

Le indagini della polizia si sono concentrate sull’ex convivente di una delle transessuali, B.F., che è stato rintracciato vicino casa insieme a uno dei complici dell’aggressione. I due hanno dichiarato di abitare insieme ad altri connazionali in uno stabile in via Niutta, ritrovo abituale di senza fissa dimora. Gli agenti sono andati sul posto e hanno bloccato il terzo uomo. tmnews

Condividi