Afghanistan: Poliziotta uccide militare Nato, 5 agenti decapitati

24 dic – Un consigliere militare statunitense della Nato è stato ucciso a Kabul a colpi d’arma da fuoco da una donna che indossava la divisa della polizia all’interno del quartier generale della polizia afghana. Lo riferisce la Bbc, che cita fonti afghane. E’ la prima volta che una donna, presumibilmente appartenente alle forze di sicurezza afghane, apre il fuoco contro i militari della Nato.

Afghanistan, mullah Omar: mujahidin si sono sapientemente infiltrati tra forze sicurezza

Nell’Afghanistan settentrionale cinque poliziotti afghani sono stati uccisi in un attacco sferrato nella notte da un commando di insorti nella provincia di Jowzjan. ”Cinque uomini dell’Anp sono stati decapitati da militanti che hanno attaccato il checkpoint in cui erano in servizio nel villaggio di Torogholi, nel distretto di Darzab”, ha spiegato all’agenzia di stampa Xinhua il capo della polizia locale, Abdul Aziz Izat. Stando a un poliziotto della zona, gli agenti sarebbero stati avvelenati prima di essere uccisi nell’attacco che sinora non è stato rivendicato.

Afghanistan: mujaheddin in divisa da poliziotto uccide due soldati Isaf

Afghanistan: Il piano di pace di Kabul prevede i talebani al governo

Secondo Izat, nella pianificazione dell’attacco sarebbe coinvolto un agente della Polizia locale afghana (Alp). ”Dur Mohammad, che di recente è stato reclutato nell’Alp, era un militante dei Talebani e poi un paio di mesi fa ha aderito al processo di riconciliazione”, ha detto il capo della polizia di Jowzjan, spiegando che i sospetti si concentrano su Dur Mohammad anche perché ”è sparito dalla postazione dell’Alp, che si trova vicino al checkpoint finito sotto attacco, e ora le nostre forze gli stanno dando la caccia”.

La polizia locale afghana è una milizia che è stata creata nel 2010 nel tentativo di sconfiggere gli insorti e proteggere villaggi e distretti in cui è ridotta la presenza di uomini delle forze di sicurezza di Kabul. L’Alp è attualmente composta da circa diecimila uomini, tra i quali vi sarebbero molti afghani accusati di crimini di guerra e altri abusi. adnk

Condividi