Pakistan: 6 operatori umanitari uccisi, sospesa campagna di vaccinazione

19 dic – Sei omicidi di volontari costringono l’Organizzazione Mondiale della Sanità a sospendere la campagna di vaccinazioni anti-polio a Karachi e Peshawar, in Pakistan, uno dei tre paesi nel mondo in cui la poliomielite è endemica.

Pakistan, vaccinazione contro poliomelite è contraria all’Islam, imam dichiara Jihad

Un’infermiera è stata uccisa a Peshawar, e cinque operatori sanitari sono morti in diverse sparatorie a Karachi. Una dirigente locale racconta:

“Poco prima di mezzogiorno sono stata informata del fatto che qualcuno aveva sparato ai membri di una mia squadra. Ho verificato con una squadra e m’hanno detto che non erano loro, poi ho chiamato l’altro gruppo e nessuno rispondeva. preoccupata, li ho raggiunti”.

La campagna di vaccinazione era iniziata nel luglio scorso, ma a Karachi e Peshawar solo da un paio di giorni. Gli omicidi non sono stati rivendicati, ma i Taleban ed altri gruppi radicali avevano più volte minacciato attentati: sono contrari perché temono un complotto occidentale per sterilizzare i musulmani, e anche per protesta contro i droni americani. euronews

Condividi