Balduzzi: stanziati 15 mln di euro l’anno per promuovere test e prevenzione Aids

10 dic. – A paritre dal 2012, “e’ stato previsto uno specifico finanziamento, nell’ambito degli obiettivi di carattere prioritario e di rilievo nazionale, di 15 milioni di euro vincolato a programmi di promozione dell’offerta di diagnosi dell’infezione da Hiv e di sorveglianza epidemiologica“.

Lo ha ricordato il ministro della Salute, Renato Balduzzi, nel messaggio di saluto inviato in occasione del convegno “Lotta all’Aids: conoscere i cambiamenti per superare i limiti. Conversazioni sulla 135/90”, organizzato dall’associazione “I think”, tenutosi questa mattina a Roma. Il ministro ha tenuto a sottolineare che “il contrasto all’Aids e’ una sfida globale davanti alla quale non ci si puo’ tirare indietro”.

Il ministro ha quindi ricordato alcune delle misure adottate dal governo in materia di prevenzione e contrasto dell’Hiv, tra cui le Linee guida italiane sull’utilizzo dei farmaci antiretrovirali e sulla gestione diagnostico-clinica delle persone con infezione da HIV-1″, recentemente aggiornate, e il “Progetto trapianti di organi solidi in pazienti HIV positivi“, approvato con intesa Stato-Regioni il 20 aprile 2011.

Come sottolineato nel corso del convegno, anche Balduzzi ha ricordato che “una speciale attenzione va posta alla popolazione delle carceri, in cui l’infezione da HIV e’ piu’ frequente. Con l’intesa Stato-Regioni del 15 marzo 2012, e’ stato approvato l’indirizzo in materia di ‘Assistenza carceraria alle persone HIV positive'”.

Il ministro ha infine messo in evidenza “la grande rilevanza che ha in questo campo la comunicazione: e’ importante – ha ricordato – aumentare la sensibilita’ di tutti e non abbassare la guardia. La campagna informativa Aids 2012 del Ministero ha, quindi, l’intento di rafforzare la percezione del rischio da Hiv e sensibilizzare la popolazione – ha concluso – sulle modalita’ di trasmissione e sulle misure di prevenzione”. (AGI) .

Condividi