Iran: blogger muore in prigione, rimosso capo della polizia informatica

1 DIC – Il capo della polizia informatica iraniana e’ stato rimosso in relazione al caso del blogger dissidente Sattar Beheshti, morto in prigione. Il colonnello Saeed Shokrian, si legge sul sito ‘police.ir’ che rilancia un documento firmato dal capo della polizia iraniana Ismail Ahmadi Moghadam, ”e’ stato rimosso dall’incarico per negligenza e scarso controllo sul personale sotto il suo comando”.

Iran: torturato a morte il blogger e attivista Sattar Beheshti

Il 35enne blogger Beheshti, arrestato il 30 ottobre, e’ stato trovato morto nella sua cella in un carcere di Teheran lo scorso 3 novembre. Secondo Amnesty International, il blogger – che aveva criticato sul web le autorita’ iraniane – sarebbe morto a causa delle torture subite in carcere. ”La magistratura indaghera’ sul caso”, ha detto oggi Mohammad Javad Larijani, capo dell’Alto consiglio per i diritti umani della magistratura iraniana, che ha parlato di morte ”sospetta” riguardo al caso di Shokrian. adnk

Condividi