Belisario (Idv): basta strane congetture, la crisi dipende da riforme inique e recessive

31 lug – ”La legge va cambiata subito, prima che sia troppo tardi, con una riforma in senso bipolare e maggioritario che restituisca centralita’ ai cittadini, ma lo spread e lo scetticismo dei mercati dipendono dall’azione fallimentare del Governo‘. Lo dichiara, in una nota, il presidente del Gruppo IdV al Senato, Felice Belisario, commentando le parole del presidente del Consiglio, Mario Monti.

‘Inutile e ridicolo – aggiunge – fare di continuo strane congetture sulle difficolta’ del Paese riconducendole ogni volta a cause diverse, altrimenti di questo passo parleremo delle fasi lunari. La crisi dipende innegabilmente dalle riforme inique e recessive, dalla mancata lotta a corruzione ed evasione, dall’eccessivo ricorso ai decreti e ai voti di fiducia: e’ attorno a Monti e ai suoi Ministri che si crea un clima di instabilita’, il premier e la sua rissosa maggioranza provvisoria fanno un pasticcio dietro l’altro e la situazione economica e finanziaria si aggrava.

Il Paese reale uscira’ dal tunnel solo con un Governo politico alternativo, l’unico rimedio e’ cambiare la legge elettorale con una buona riforma – conclude Belisario – e poi andare subito al voto per archiviare la supponenza del Presidente del Consiglio”. asca

Condividi