Riforme, Calderoli: la piu’ urgente e’ mandare a casa Monti

25 lug – ”La prima riforma da fare, la piu’ urgente, e’ quella di mandare a casa il governo Monti il prima possibile”. Lo ha detto il senatore della Lega Nord, Roberto Calderoli intervenendo in Aula in sede di dichiarazione di voto sul ddl sulle riforme costituzionali.

Le riforme fatte dal governo Monti hanno fatto fallire il Paese – ha aggiunto – non c’e’ un parametro che non sia peggiorato dal momento del suo arrivo, dal debito pubblico, allo spread, alla disoccupazione, alla pressione fiscale, giunta oltre il 55% portando le aziende a chiudere e i lavoratori disoccupati a suicidarsi”.

Per Calderoli l’elezione diretta del Capo dello Stato ”sancisce il diritto del popolo di scegliere chi guida il Paese” contro ”i peggiori giochini di Palazzo e politici” che si sono consumati nel passato proprio con l’elezione del Presidentge della Repubblica, sempre secondo Calderoli.

L’esponente del Carroccio ha infine rivolto un appello alle forze politiche contrarie alla riforma a ripensarci nel passaggio alla Camera, ”perche’ anche senza i due terzi e quindi passando per il referendum confermativo, il popolo italiano approvera’ la riforma” e le proteste avranno come unica conseguenza quella di produrre un prossimo Capo dello Stato eletto ”a scadenza, come fosse uno yogurt”. asca

Condividi