Rai Tre Emilia-Romagna non si vede. Leoni (PDL): Da dieci anni problema irrisolto

12 luglio – Rai Tre Emilia-Romagna non si vede. Leoni (PDL): “Da dieci anni problema irrisolto. Impegno della Regione rimasto sulla carta e i problemi si moltiplicano anziché ridursi”

“Dopo 8 anni dalla ricerca del 2004 il Corecom certifica con un nuovo studio pubblicato in questi giorni, che i problemi di ricezione del segnale di Rai Tre Emilia Romagna non solo non sono stati risolti ma rischiano di moltiplicarsi. Sono rimasti sulla carta gli impegni che la Regione aveva assunto anche dopo le mie numerose richieste e prese di posizione nel corso degli anni. Il risultato è che oggi migliaia di famiglie continuano a non vedere il Tg3 dell’Emilia Romagna e tante sono obbligate a spendere soldi per modificare antenne e decoder.

La mancata visione del Tg3 dell’Emilia Romagna, sostituito in molti casi dal Tg3 Veneto, è un problema vecchio, che si trascina da anni. L’attuale situazione conferma le nostre previsioni. Con il digitale terrestre i vecchi problemi di ricezione sono stati replicati o amplificati.

La Regione conosce da anni la situazione e, anche su mia richiesta, si era impegnata a fotografare il problema in tutte le province attraverso l’organismo del Corecom. C’era stato inoltre l’impegno a mettere in campo azioni per risolverlo, anche di concerto con la Rai. Le analisi della situazione sono state svolte e poi replicate e hanno sempre confermato gli stessi problemi, ai quali oggi si aggiunge il rischio che le trasmissioni regionali spariscano anche dai televisori delle famiglie che oggi le ricevono a causa della messa all’asta della frequenza sulla quale il canale regionale dell’Emilia-Romagna della Rai trasmette oggi.

Trattandosi di un servizio pubblico e dovendo tutelare gli emiliano romagnoli che pagano il canone, la Regione aveva non solo il diritto ma anche il dovere e la competenza amministrativa per gestire la situazione. Purtroppo questo impegno è rimasto lettera morta, ed i disservizi che ancora oggi ne derivano, vengono scaricati ingiustamente sui cittadini in termini di mancato servizio. Per questo ho nuovamente chiesto alla Regione azioni concrete e questa volta risolutive, di concerto con la Rai, per garantire a tutti la visione del Tg3 regionale. Vista l’inerzia della Regione, alla prossima indagine del Corecom tra qualche anno ci troveremo sempre con i soliti problemi, se non peggio”.

Così il Consigliere regionale di Modena Andrea Leoni da sempre in prima linea nel denunciare che, nonostante i cittadini paghino il canone, in molte zone della Regione non si riesce a vedere il canale Rai Tre Emilia Romagna.

Condividi