Liceo Sigonio Modena, Leoni (PDL): “Amministrazione politicamente schizofrenica”

Liceo Sigonio Modena, Leoni (PDL): “Amministrazione politicamente schizofrenica. Soluzione tampone non copre spreco e scandalo per la sede non fatta”

12 luglio – “Altro che risparmio, altro che razionalizzazione. Spendere altri 800mila euro solo per trasferire nell’ex scuole Marconi il liceo Sigonio, significa aggiungere ulteriore spreco allo sperpero di denaro pubblico derivato dalla mancata realizzazione della nuova sede del liceo nell’area della cittadella già annunciata nel 2006 come non più rinviabile.

Oggi l’Assessore Querzè rilancia una realizzazione che suona come un’ulteriore beffa. Sono passati sei anni dalle assemblee in cui lo stesso Assessore, di fronte agli oggettivi problemi strutturali dell’edificio in centro storico, annunciava la realizzazione di una nuova sede, nell’ex zona addestrativa dell’Accademia militare.

Nel gennaio del 2009 la Giunta Pighi proclamò che entro la fine dello stesso anno sarebbero partiti i lavori. Il cantiere non aprì nemmeno entro la fine del 2010. Nel 2010, in sede di presentazione del bilancio il Comune rinviava al 2012-2013 la realizzazione di un progetto. L’incapacità della Giunta Pighi di programmare i lavori pubblici e di mantenere gli impegni presi con i cittadini trova quindi un’ulteriore conferma nella telenovela del liceo Sigonio in cui gli unici a rimetterci sono gli studenti, le loro famiglie ed i contribuenti modenesi.

Solo per il progetto preliminare il Comune di Modena sborsò 95.000 euro in consulenze. Altre migliaia di euro sono stati spesi per bonificare un’area che, a causa dei lavori mai iniziati, si era trasformata in rifugio per spacciatori e clandestini. A questi vanno aggiunti gli affitti passivi, per centinaia di migliaia di euro l’anno, derivanti dalla mancata realizzazione della nuova sede che avrebbe consentito di liberare la succursale.

Oggi altri 800mila euro vengono spesi per il trasloco in una sede giudicata temporanea, necessario solo per supplire ai disagi derivanti dalla mancata realizzazione della nuova sede che l’Assessore Querzé nuovamente promette dopo sei anni di rinvii. Ormai è chiaro: la Giunta Pighi concluderà anche il secondo mandato senza avere deposto nemmeno una pietra della nuove sede dell’istituto confermando inequivocabilmente la propria totale incapacità politica, amministrativa e programmatica”.

E’ una vera e propria cronistoria quella sottolineata dal Consigliere regionale Andrea Leoni sui continui progetti rispetto al Liceo Sigonio di Modena.

Condividi