Covid, Speranza: come ha detto papa Francesco il vaccino è un bene di tutti

“Il vaccino sia un bene pubblico di tutti, non un privilegio di pochi. È il principio che ci guida nelle iniziative che stiamo portando avanti a livello internazionale. Le parole di Papa Francesco ci esortano a tenere sempre vivo questo valore”. Lo scrive su Twitter il ministero della Salute Roberto Speranza commentando le parole di Papa Francesco: “vaccino sia per tutti, triste se si desse priorità ai più ricchi”.

Nel vaccino priorità ai poveri. Quattro i criteri indicati dal Papa per scegliere le industrie da aiutare: quelle che contribuiscono all’inclusione degli esclusi, alla promozione degli ultimi, al bene comune e alla cura del creato. Poi, un monito: “Che triste sarebbe se nel vaccino per il Covid-19 si desse la priorità ai più ricchi!”.

Dal Papa è stato richiesto un impegno preciso: “Se il virus dovesse nuovamente intensificarsi in un mondo ingiusto per i poveri e i più vulnerabili, dobbiamo cambiare questo mondo. Dobbiamo agire ora, per guarire le epidemie provocate da piccoli virus invisibili e per guarire quelle provocate dalle grandi e visibili ingiustizie sociali”.

 

Condividi