Aggiornamento su Francesco Carbone. Si insinua sospetto di TSO

Aggiornamento sull’arresto di Francesco Carbone. Si insinua il sospetto di un TSO.

Ieri, dopo oltre due ore di sequestro in una stazione di servizio, con la scusa di un banale controllo, il Carbone e la compagna Virginia Cerullo, avvocato della Associazione presieduta da Carbone a Roma, per la manifestazione Circondiamo Roma, sono stati tradotti in Questura.

Lui, dopo due ore e venti minuti di estenuante trattativa con i vari finzionari della Questura di Roma, diffidata dal Carbone in seguito a denunzia su presunti reati a carico della stessa e da egli denunciati, è stato aggredito, scaraventato a terra e massacrato sotto il peso e le violenze di una quindicina di agenti che lo hanno ammanettato.

Nel video un aggiornamento sulla situazione.

Da difensori della verità e della legalità ovunque essa sia, auspichiamo una INTERROGAZIONE PARLAMENTARE che faccia luce sull’ignobile vicenda ma, soprattutto sulle DENUNCE GRAVISSIME, accompagnate da prove documentali del Carbone, presidente dell’Associazione Governo del Popolo APS, nata proprio per questo scopo.

 

Condividi