Germania: 450mila ‘profughi’ pesano sulle casse del governo

Nel 2015 Angela Merkel divenne il leader simbolo dell’accoglienza aprendo le porte della Germania a circa 890.000 rifugiati, in particolare siriani. Che cosa è successo, a quelle persone, nel frattempo? Hanno trovato un lavoro e un’occupazione?

Secondo quanto riportato da uno studio redatto dall’Istituto di ricerca professionale e occupazione (Iab) sulla base di un’indagine condotta assieme a Bamf (Centro di ricerca dell’Ufficio federale per migrazioni e rifugiati BAMF-FZ) e Soep (ente socio-economico presso DIW a Berlino) citato da IlSole24Ore, che si concentra sui rifugiati arrivati in Germania tra l’1 gennaio 2013 e il 31 gennaio 2016, meno della metà dei profughi ha trovato un posto di lavoro. In sintesi, dunque, sono circa 453.900 i profughi – pari al 51% di 890.000 – arrivati in Germania che pesano sulle casse del governo tedesco. Non esattamente briciole.

Rifugiati, in Germania il piano Merkel è un flop –  Ciò nonostante, scrive IlSole24Ore, secondo gli autori dello studio, l’integrazione tedesca godrebbe di ottima salute. […]

www.ilgiornale.it

Germania, crollo produzione industria: a dicembre -3,5%

Condividi