Sardine commentano il loro manifesto credendolo di Salvini “tiranno razzista”

Sardine fregate dal leghista Alessandro Morelli: insulti a Matteo Salvini per una frase del loro manifesto. Al deputato leghista, Alessandro Morelli, ha fatto impressione una frase presente nel manifesto delle sardine, dunque ha deciso di attribuirla a Matteo Salvini chiedendo cosa ne pensassero proprio gli aderenti al movimento dei pesciolini. Nel loro manifesto, le sardine si rivolgevano così ai populisti italiani: “Avete il diritto di parola, ma non avete diritto che vi stiano ad ascoltare”. Il video Facebook, pubblicato di seguito, fa emergere quanto il movimento delle sardine sia accecato dall’odio per Salvini.

Le reazioni delle sardine a quell’affermazione attribuita a Salvini vanno nella medesima direzione. Da “frase fascista tipica di un fascista come Salvini” a “affermazione antidemocratica” fino a “dichiarazione parzialmente democratica, dimostra che Salvini sia un tiranno razzista”. Che imbarazzo per i pesciolini odiatori che vanno contro il loro stesso manifesto.  liberoquotidiano.it

 

Condividi