Migranti, nave Alan Kurdi in acque italiane senza autorizzazione: sbarcherà a Taranto

Condividi

 

Dopo essere entrata in acque italiane senza autorizzazione, la Alan Kurdi si prepara a sbarcare nel porto di Taranto. Lo riferisce il Viminale, precisando che si è conclusa la procedura di ricollocazione degli 88 migranti recuperati in mare, attivata sulla base del pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta. La Germania e la Francia accoglieranno 60 immigrati, il Portogallo cinque e l’Irlanda due. La nave è rimasta al largo della Sicilia orientale per giorni.

“Nonostante la soluzione diplomatica per le persone che trasportiamo, non ci è stato ancora assegnato un porto sicuro. Un altro capitolo buio per la fortezza Europa”, aveva twittato in precedenza Sea Eye, la Ong che ha condotto le operazioni di salvataggio dei migranti.



Da sette giorni la Alan Kurdi, a bordo della quale si trovano 88 migranti, soccorsi al largo delle coste libiche, attendeva l’assegnazione di un porto. Nella mattina di venerdì una 20enne è stata evacuata per ragioni sanitarie, mentre domenica era stata portata a terra una donna incinta. tgcom24.mediaset.it

Migranti, nave Alan Kurdi sta entrando in acque italiane



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -