Entra in un campo e aggredisce proprietario con una mazza chiodata

MINEO – I carabinieri della stazione di Mineo (CT), coadiuvati da quelli del Nucleo Radiomobile della compagnia di Palagonia – entrambi nel Catanese – hanno arrestato in flagranza di reato il 30enne senegalese Papa Bakary Gueye poiché ritenuto responsabile di resistenza a pubblico ufficiale, violazione di domicilio, violenza privata e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità.

Come riporta il giornale locale newsicilia.it, l’uomo, senza fissa dimora ed ex ospite del C.A.R.A. di Mineo, si è introdotto in un fondo agricolo di contrada Cavallo a Mineo dove, alla legittime rimostranze del proprietario, intento a lavorare la terra, lo ha minacciato imbracciando un bastone chiodato tanto da costringerlo a fuggire via.

Il fattore non ha potuto far altro che chiedere aiuto ai carabinieri che, giunti sul posto, dopo una violenta colluttazione sono riusciti a disarmare ed ammanettare l’extracomunitario.

Il bastone è stato sequestrato, mentre l’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Caltagirone dove permane anche dopo la convalida del giudice per le indagini preliminari del Tribunale calatino.

Condividi