Migranti, Italia dona 2 milioni di euro a Unicef “per i minori in Libia”

Condividi

 

ROMA, 12 GIU – La Farnesina ha disposto un finanziamento di due milioni di euro a favore dell’Unicef, a valere sul Fondo Africa, per interventi a protezione dei minori migranti in Libia, anche tramite il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie nella zona di Tripoli.

Il progetto, si legge in una nota del ministero, prevede la creazione di centri di accoglienza per ragazzi vulnerabili a Tripoli per garantire loro un posto sicuro insieme alle famiglie, nonché interventi nei campi della sanità e dell’igiene. Tra questi, in particolare il trattamento della diarrea infantile, tramite la fornitura di medicine, la riabilitazione di infrastrutture sanitarie e la depurazione dell’acqua nelle aree a rischio nella capitale libica.



“Da tempo promuovo le iniziative contro la diarrea infantile, che rappresenta la seconda causa di morte nel mondo nei bambini sotto i cinque anni”, ha spiegato la vice ministra Emanuela Del Re. “Con questo progetto, la Farnesina interviene non solo per portare sollievo in un’area geografica in grande sofferenza, ma contribuisce anche a migliorare le condizioni e le prospettive di vita dei minori nel Paese, siano essi libici o migranti”.  ANSAMED

In Italia oltre un milione di minori in povertà assoluta

In Italia 3,1 milioni di giovani con disagio economico

Centro Italia, terremotati ancora nei container di lamiera



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -