Porte chiuse ai ”migranti” per calcoli politici, comizio di Bergoglio contro Salvini

Condividi

 

Tradizionale Via Crucis del venerdì santo al Colosseo, a Roma. Al termine delle 14 stazioni, Papa Francesco ha parlato delle “le croci del mondo”, inserendo tra queste quella “dei migranti che trovano le porte chiuse a causa della paura e dei cuori blindati dai calcoli politici“.

I “campi di raccolta simili a lager”; le “navi a cui viene rifiutato un porto sicuro”; le “lunghe trattative burocratiche”. Le meditazioni per la Via Crucis redatte da suor Eugenia Bonetti per le celebrazioni del Venerdì Santo di ieri sera al Colosseo davanti a Papa Francesco sono suonate come un manifesto contro la politica sui migranti di Matteo Salvini.

Nella Croce di Cristo, ci sono tutte le croci del mondo. Come quella dei migranti, che “trovano le porte chiuse a causa della paura e dei cuori blindati dai calcoli politici”.



Invece c’è chi le vorrebbe aperte per calcoli economici



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -