Napoli, primario Cardarelli denuncia: sabotato allarme salvavita

Condividi

 

NAPOLI, 25 MAR – Una graffetta inserita in un impianto di monitoraggio cardiaco per ‘silenziare’ l’allarme destinato a suonare in caso di anomalie. E’ quanto ha scoperto, e denunciato in Procura, il primario di Cardiologia dell’ospedale Cardarelli di Napoli, Ciro Mauro. Lo stesso Mauro racconta di essere intervenuto notando lo scompenso di un paziente che veniva segnalato dal monitor ma senza l’allarme acustico: da qui la scoperta di quello che viene definito ‘sabotaggio’.

Il paziente è stato soccorso e l’episodio non ha avuto conseguenze.



I vertici dell’ospedale parlano di fatto “inspiegabile”, di un evento isolato il cui responsabile difficilmente potrà essere identificato. C’è chi ricorda le conflittualità esistenti nel reparto, il clima pesante: “Ma se qualcuno ce l’avesse con me non ordirebbe qualcosa contro i pazienti”, replica il primario.
Altra ipotesi è quella di un tentativo di ‘silenziare’ l’apparecchio per non disturbare il sonno del personale di turno di notte. ANSA



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -