Senatore Iwobi: i clandestini vanno rimandati a casa

Toni Iwobi, 62 anni, nigeriano d’origine ma di cittadinanza italiana, è il primo senatore nero nella storia della Repubblica italiana. Ed è leghista, salviniano di ferro, nominato dal segretario responsabile del dicastero dell’immigrazione. “I clandestini che si trovano in Italia devono essere rispediti a casa loro – spiega -, perché la clandestinità è un crimine”. Ibowi Vive a Bergamo e dirige un’azienda di informatica.

di Francesco Gilioli

Condividi