Business inverso: migranti tornano in patria con un contributo economico

TREVISO, 5 GIU – Sono 235 i migranti originari di Senegal e Marocco attualmente ospitati nel Nordest, privi dei requisiti necessari alla permanenza in Italia, che potranno far rientro nei paesi d’origine con un contributo economico grazie ad un progetto denominato Ermes 2.

Per loro saranno attivati programmi di reinserimento socio lavorativo, anche attraverso percorsi di microimprenditorialità. L’iniziativa, che sarà presentata a Treviso il prossimo 8 giugno, è stata illustrata oggi dalla Cgil trevigiana, che si occuperà della gestione dei fondi europei “Fondo asilo migrazione e integrazione” (Fami) 2014-2020 con il cofinanziamento della Ue, del Ministero dell’Interno e della Onlus Cies di Roma, capofila del programma nazionale.

I migranti potranno aderire ad un bando che permette loro di ottenere un contributo per il rientro in beni e servizi pari a 2mila euro, più mille per ogni familiare maggiorenne a carico e 600 per ogni minore. Nel paese d’origine troveranno una equipe di accoglienza di operatori locali e italiani. (ANSA).

 



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -