Consiglio d’Europa accusa l’Italia: “non protegge i migranti dai trafficanti”

 Il Consiglio d’Europa (CdE) sarebbe un’organizzazione internazionale il cui scopo è (sarebbe) promuovere la democrazia, i diritti umani, l’identità culturale europea e la ricerca di soluzioni ai problemi sociali in Europa. In realtà, a quanto pare, si occupa dei diritti dei clandestini

STRASBURGO, 30 GEN – L’Italia non ha ancora messo in atto le misure necessarie per proteggere adeguatamente i migranti e i rifugiati che arrivano nel Paese dai trafficanti di esseri umani. Questo mentre il numero di vittime e potenziali vittime aumenta, in particolare tra le ragazze e donne nigeriane e i minori non accompagnati. E’ quanto si sottolinea nel rapporto di Greta, organo del Consiglio d’Europa composto da esperti anti-tratta, reso noto oggi e in cui si domanda alle autorità di agire con urgenza per combattere il fenomeno.

Nel rapporto della commissione speciale del Consiglio d’Europa si domanda all’Italia di agire con urgenza per migliorare l’identificazione delle vittime del traffico di esseri umani e di prendere le misure necessarie per affrontare la questione della scomparsa dei minori non accompagnati. Il rapporto, che segue di due anni la prima valutazione sull’Italia, è il risultato di una procedura messa in atto da Greta, secondo quanto si legge nel documento, quando riceve “informazioni attendibili che indicano una situazione in cui i problemi richiedono immediata attenzione per prevenire o limitare il numero di serie violazioni della Convenzione anti tratta del Consiglio d’Europa da parte di uno Stato”.(ANSAmed).



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -