Collegamento con killer di Berlino, espulso tunisino ad Ancona

 

Con provvedimento firmato dal ministro dell’Interno per motivi di sicurezza dello Stato è stata eseguita la terza espulsione del 2017. Si tratta di un 32enne tunisino, “dimorante ad Ancona, già segnalato per la sua significativa propensione alla violenza e denunciato all’Autorità Giudiziaria nel marzo 2015 per i reati di rapina e lesioni personali aggravate“, spiegano al Viminale.

Dall’analisi della sua pagina Facebook “sono poi emersi contenuti di natura palesemente jihadista, accompagnati da proclami e da immagini inneggianti allo Stato Islamico“. In seguito a indagini svolte dai servizi di sicurezza e di prevenzione, anche in ambito internazionale, il tunisino avrebbe tenuto “contatti con un estremista connazionale, membro dell’autoproclamato Stato Islamico, a sua volta entrato in collegamento con l’attentatore di Berlino Anis Amri“. Rintracciato presso Falconara Marittima (AN) lo scorso 24 dicembre “mentre vagava senza fissa dimora, è stato trasferito presso il Cie di Torino e oggi è stato rimpatriato dalla frontiera aerea di Malpensa con volo diretto a Tunisi”. Salgono così a 135 “i soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso espulsi con accompagnamento alla frontiera dal gennaio 2015 ad oggi”. (AdnKronos)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -