Corsica: scontri tra residenti e musulmani, auto incendiate

 

La polizia antisommossa è intervenuta quando un uomo è stato ferito da un arpione durante una rissa di massa  scoppiata su una spiaggia in Corsica, a quanto pare innescata da un turista cha ha fotografato delle donne in “burkini”.

corsica

La rivolta in Corsica è scoppiata Sabato in una baia vicino al villaggio di Sisco, nel nord dell’isola mediterranea francese.

Il sindaco Ange-Pierre Vivoni ha spiegato in televisione su TF1: “E ‘successo perché un turista stava facendo delle foto e i musulmani di origine nordafricana non volevano. Tutto è cominciato per un motivo banale”.

Le cose sono andate fuori controllo quando i nordafricani hanno cominciato ad aggredire il turista spingendo i giovani del luogo ad intervenire in difesa del visitatore.

Le donne erano in burqa, gli uomini gridavano Allah Akbar e minacciavano donne e bambini”.

 

I media locali hanno detto che l’incidente si è trasformato in una sommossa quando è arrivato un gruppo di nordafricani, armati di accette e arpioni, che hanno cominciato ad aggredire i giovani corsi. Secondo il quotidiano Le Monde, tre “famiglie musulmane” sono state coinvolte nella rissa. Sono state lanciate anche pietre e bottiglie.

L’agitazione è durata per diverse ore, durante le quali tre vetture degli immigrati sono state bruciate e quattro persone hanno dovuto essere portate in ospedale, una di loro per una ferita causata da un arpione. Anche una donna incinta è stata ricoverata.

Bernard Cazeneuve, il ministro degli Interni, è stato costretto ad emettere una dichiarazione invitando alla calma.

corsica2

Domenica, una folla di circa 500 persone, riunite nella vicina città di Bastia, ha cercato di entrare in un complesso residenziale con una elevata popolazione di immigrati. Hanno cantato: “All’armi, questo è la nostra terra e andremo dove vogliamo.”

La polizia antisommossa trattenuto la folla, che alla fine si è dispersa.

 

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -