Autista di autobus aggredita da un senegalese, nessuno la aiuta

 

Brescia -Castenedolo: autista di autobus aggredita e malmenata da un giovane straniero

carabinieri-autobus

E’ successo a Castenedolo, alla fermata in località Alpino. Sul pullman Apam in quel momento guidato da Nadia Giuzzi, residente a Montichiari, verso le 14.30 ci sale un giovane di origini senegalesi. Alla richiesta dell’abbonamento, il ragazzo le ha mostrato un documento scaduto.

Poi la situazione è degenerata: il giovane ha cominciato a insultare la donna alla guida del bus, parole pesanti e insulti di ogni tipo. Fino ad aggredirla: prima uno spintone, poi un braccio piegato per fare in modo che non potesse chiamare aiuto, o con la radio o con il cellulare.

Per fortuna l’autista è riuscita a liberarsi, e ad avvisare i Carabinieri. I militari sono arrivati una ventina di minuti più tardi: pare che fino ad allora il ragazzo abbia continuato con il suo gioco di violenza e di minacce, proseguito poi anche davanti ai Carabinieri.

Il tutto nell’indifferenza generale di un folto gruppetto, forse una trentina di passeggeri. Solo un’anziana donna avrebbe cercato di difenderla. Una volta finito il turno, l’autista è stata medicata in ospedale. L’aggressore verrà denunciato.

bresciatoday.it

Perchè nessuno ha aiutato la donna?

Difende la cameriera molestata da un marocchino, barista denunciato



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -