Lite e danneggiamenti, arrestata intera famiglia di nomadi

 

UDINE, 28 MAG – La Polizia di Stato di Udine ha arrestato una famiglia di etnia nomade a seguito di un banale litigio tra vicini di casa. Prima è stato arrestato un nomade di 19 anni che aveva tentato di sfondare con una mazza da baseball la porta d’ingresso di un vicino di casa, un giovane di origini sudamericane, con cui aveva avuto poco prima un diverbio per futili motivi.

Successivamente I familiari del giovane, padre, sorella e fidanzato di quest’ultima, erano rientrati nel condominio decisi a farsi giustizia, ma hanno sbagliato bersaglio. Hanno danneggiato la porta e alcune suppellettili di un altro condomino, un cittadino marocchino del tutto estraneo alla vicenda. Prima di accorgersi dell’errore, sono riusciti a entrare nella sua abitazione e a colpirlo al volto e a un braccio, provocandogli lesioni. I tre sono stati arrestati (la ragazza ai domiciliari) per violazione di domicilio, lesioni e danneggiamento aggravato. ansa



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -