Bangladesh: Isis uccide professore universitario a colpi di machete «Era un ateo»

 

Rezaul-Karim-Siddique

L’Isil ha rivendicato l’omicidio di un professore universitario in Bangladesh, sostenendo che facesse “proselitismo ateo”. L’uomo, che insegnava inglese all’Università di Rajshahi, duecento chilometri a nord di Dacca, è stato ucciso a colpi di machete. Una sorte che i fondamentalisti hanno già inferto anche ad altri intellettuali.

Rezaul Karim Siddique scriveva poesie ed era anche un musicista, fondatore di due associazioni culturali. Il fratello, Sajidul Karim Siddique dice: «Era un uomo semplice e calmo, non aveva nemici, non perché lo abbiano ucciso». I suoi colleghi testimoniano che il professore non si era mai occupato di religione e in particolare di Islam

L’attentato è stato rivendicato dal network Amaaq dell’Isis

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -