Grecia: l’Eurogruppo chiede nuove misure di austerità

 

L’Eurogruppo ha deciso che la Grecia deve approvare un ‘pacchetto di contingenza’, con nuove misure di austerità, che scatteranno se Atene non rispetterà i target di bilancio fissati per il 2015 e 2016. Lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem. Il Governo greco deve ora approvare questo pacchetto, e se ci sarà anche un accordo con i creditori su tutte le altre misure, giovedì prossimo ci sarà un Eurogruppo per sbloccare gli aiuti.

“Il pacchetto di contingenza sono misure che vanno attuate nel caso in cui non si raggiungono i target fissati. Devono essere basate su fattori oggettivi che indichino quando le misure scattano”, ha detto Dijsselbloem. Quali misure e cosa le fa scattare saranno decisioni prese assieme al ministro greco Tsakalotos, con il quale “lavoriamo costruttivamente”. “Se abbiamo un pacchetto possiamo avere un nuovo Eurogruppo giovedì prossimo”, e può anche cominciare la discussione sul debito, ha chiarito. L’Eurogruppo ha dato mandato a Dijsselbloem di individuare le modalità di un possibile alleggerimento del debito, che dovrà rispettare comunque i limiti fissati dalla discussione dell’anno scorso. Ovvero: no ad un taglio del debito, si potrà considerare solo un ‘reprofiling’, con estensione delle scadenze o dei periodi di grazia.

Lagarde, approvare misure contingenza in anticipo – Le misure di contingenza “devono essere approvate in anticipo, devono essere credibili, scattare con precisione. Sono fiduciosa che tutti possiamo lavorare insieme costruttivamente”. Lo ha detto il direttore generale del Fmi Christine Lagarde, che ha anche ribadito che il Fondo non cambia posizione sulla necessità di un alleggerimento del debito: “Il programma deve andare su due gambe, le misure e la sostenibilità del debito. Niente è deciso finché tutto è deciso”.

Dijsselbloem, discussione debito necessaria per Fmi – “E’ necessario parlare della ristrutturazione del debito greco, senza però considerare un ‘haircut’, perché vogliamo che il Fmi venga a bordo nel terzo pacchetto di aiuti” varato ad agosto dell’anno scorso: lo ha detto il presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem. ANSA

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -