Razzismo: Boldrini, Soros, UE, ONU e varie Ong al lavoro per imporre la censura

 

Alla Camera una Commissione di studio su intolleranza, xenofobia, razzismo e fenomeni di odio. Presieduta da Boldrini, inizierà i lavori il 10 maggio. Le organizzazioni rappresentate saranno Amnesty (Soros, Dipartimento di Stato USA), Arci, 21 luglio, Lunaria, Carta di Roma (Soros, ONU), Consiglio d’Europa, Cospe, Demos e Pi, Human Rights Watch, Istat, Unhcr, Fidr (Amnesty e Human Rights diffondono falsità per ottenere finanziamenti)

boldrini-soros

Prenderà il via il 10 maggio alla Camera la Commissione di studio sull’intolleranza, la xenofobia, il razzismo e i fenomeni di odio, istituita dalla Presidente Boldrini. L’iniziativa nasce anche sulla scia dell’azione svolta in materia dal Consiglio d’Europa, che dal 2012 al 2014 ha condotto una campagna contro l’istigazione all’odio online. L’Assemblea del Consiglio d’Europa ha sollecitato un ruolo attivo dei legislatori nazionali ed ha introdotto il mandato di Relatore generale sul razzismo e l’intolleranza, con il compito di coordinare il lavoro del network di parlamentari “Alleanza contro l’odio”, affidando l’incarico alla deputata italiana Milena Santerini.

Al centro dei lavori della Commissione di Montecitorio ci saranno l’analisi dello sviluppo dell’intolleranza e dell’odio, nelle varie forme che possono assumere: xenofobia, antisemitismo, islamofobia, antigitanismo, sessismo, omofobia.

La Commissione avrà il compito di svolgere attività di studio e ricerca, realizzare audizioni per l’analisi e l’approfondimento dei temi, valorizzare le migliori esperienze e le buone pratiche. Nella sua prima fase, l’obiettivo potrebbe essere la realizzazione di un “Rapporto sull’odio in Italia”, centrato sulle forme di nuovo razzismo che si esprimono specialmente online, e sulle possibili azioni di prevenzione e contrasto a livello sociale, culturale e informativo, oltre che penale.

censura

La Commissione sarà guidata ovviamente dalla Presidente della Camera e, sul modello già sperimentato per la Commissione di studio sui diritti e i doveri dei cittadini in Internet, avrà una composizione mista che metterà insieme rappresentanti politici, esperti, esponenti di organizzazioni ed associazioni attive su queste tematiche. Ne farà dunque parte un deputato per ogni gruppo politico: Milena Santerini, Paola Binetti, Giuseppe Brescia, Elena Centemero, Stefano Dambruoso, Florian Kronbichler, Giovanna Petrenga, Pino Pisicchio, Barbara Pollastrini, Barbara Saltamartini. Gli esperti saranno il linguista Tullio De Mauro e la sociologa Chiara Saraceno. Le organizzazioni rappresentate saranno Amnesty, Arci, 21 luglio, Lunaria, Carta di Roma, Consiglio d’Europa, Cospe, Demos e Pi, Human Rights Watch, Istat, Unhcr, Fidr.

 

IMOLAOGGI
e' un sito di informazione libera
che non riceve finanziamenti
LA NOSTRA INDIPENDENZA SEI TU

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

Oppre fai una donazione con PayPal


   

 

 

2 Commenti per “Razzismo: Boldrini, Soros, UE, ONU e varie Ong al lavoro per imporre la censura”

  1. Io istituirei una Commissione sui crimini della Politica, e credo che la Boldrini, sia una candidata alla sbarra. Ma naturalmente è “teleguidata”, anche se questo non la solleva dalle sue personali responsabilità nella complicità con la casta transnazionale della finanza, principale artefice di questa immonda politica che si sentenzia da se stessa, per la sua immoralità ed insipienza storica ed umana. Questa gente, abusiva delle istituzioni, ha snaturato completamente la struttura stessa e le fondamenta del Diritto laico, facendone la espressione di una moralità giudiziaria, che si è sostituita al codice, imponendo parametri morali giudiziali, che assomigliano piuttosto alle tavole sinottiche dei Comandamenti biblici, e che nulla hanno di laico, blasfemando quanti per secoli hanno lottato, piuttosto che emigrare, nelle e per le nostre Terre e la nostra civiltà, con grave torto a tante morti e a tanto faticoso e bimillenario percorso storico compiuto. Vergogna! Vergogna all’infinito a questi barbari, negazione della intelligenza e della consustanziale divinità umana!

  2. Luigi Di Martino

    Ecco, ci risiamo. Si cerca di combattere la malattia invece della causa della stessa. Spero che la Boldrini lo legga: “Gentile Signora, l’aumento del razzismo, della xenofobia… è la conseguenza dell’ l’aumento della povertà, dell’ ingiustizia sociale, delll’egoismo della clase dirigente, delle leggi ridicole sull’immigrazione …questa commissione di inquiesta finanziata poi da Soros è l’ennesima prova che ha una rara opinione della politica e non ha capito niente,della storia. Una domanda forse stupida: “che cosa penserebbe lei se venisse sfrattata e costretta a vivere in auto o nella strada e osservare come gli immigrati vengono trattati? Pertanto, rientri in se stessa, provi a mettersi anche negli abiti dei poveri italiani (non solo in quelli degli immigrati) si procuri a migliorare le loro condizioni di vita profittando della sua funzione al governo e vedrà che “l’intolleranza” (che parola brutta, già in sé stessa è contenuta la superbia, però lei la usa) sparirà, ed al suo posto ricompariranno le qualità degli italiani di generosità e solidarietà. Eravamo famosi in tutto il mondo per queste qualità; “italiani brava gente” si diceva. Ed oggi una classe politica egoista e cialtrona ha contribuito attivamente a far affiorare i sentimenti più barbari non soliti negli italiani, a indurre la povera gente a combattersi fra loro. Questa iniziativa sua è la conseguenza delle molte offese che riceve dal WEB. Per favore, ripeto: rientri in se stessa. Se riceve offese dalla rete, non crede che ci sia una ragione? Io al suo posto invece di pensare alla vendetta – perché di vendetta di tratta, si sente lesa nella sua maestà, mettere la museruola alla rete – mi domanderei: che cosa ho fatto di male per meritare tutto questo? Inoltre pensa che questa repressione possa mettere fine agli insulti? La storia ci insegna che proibizioni, embarghi, divieti hanno intensificato il peccato invece di eliminarlo. Suggerimenti: il Proibizionismo in USA, l’embargo su Cuba…

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
ti chiediamo di fare una donazione.

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
e un sito privo di pubblicità.
Fai una donazione!


Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -