Da dove provenivano le 20mila uniformi per l’Isis sequestrate in Spagna?

Condividi

 

 

MADRID – Il ministero degli interni di Madrid ha reso noto che la polizia spagnola ha sequestrato nei porti di Valencia e Algeciras tre container contenenti 20mila uniformi e accessori militari destinati ai gruppi terroristici jihadisti Isis e Al Nusra in Siria.

Nell’operazione sono state arrestate sette persone accusate di fornire appoggio logistico e finanziario al terrorismo jihadista in Siria e Iraq. Le uniformi erano state descritte come “abiti usati” nella dichiarazione doganale per stornare i sospetti. I tre container contenevano anche altro materiale militare secondo la polizia, in tutto cinque tonnellate. Il sequestro è intervenuto il 7 febbraio scorso e il ministero spagnolo ha precisato di avere smantellato “una rete molto attiva che lavorava per fornire rifornimenti e rafforzare” l’Isis.

Chi si è chiesto da dove provenisse tanto materiale destinato ai terroristi, potrebbe trovare una risposta nel video.

uniformi-isis

Iraq: abbiamo abbatuto 2 aerei britannici che lanciavano armi all’Isis

Nel febbraio 2015, il parlamentare iraqeno  Hakem al-Zameli ha annunciato lunedì che le forze irachene hanno abbattuto due aerei inglesi che trasportavano armi per il gruppo terroristico takfiri EIIL (Daesh, in arabo).

Secondo Al-Zameli, che presiede la Commissione per la sicurezza e la difesa del Parlamento iracheno, l’abbattimento del velivolo britannico ha avuto luogo nella provincia occidentale di Al-Anbar, un luogo degli Stati Uniti preferisce mantenere come un cortile secondario nei pressi della capitale irachena, Baghdad.

Il commissario ha aggiunto che da quella zona, con ampi spazi aperti, arrivano segnalazioni quotidiane di persone del posto che riferiscono di aver visto volare aerei del Regno Unito e degli Stati Uniti con le armi destinate a Isis. Ha anche detto che la sua commissione ha le immagini dei due aerei inglesi abbattuto e ha chiesto spiegazioni.

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a ImolaOggi
Armando Manocchia risponde
ai professionisti della mistificazione


Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -