Razzismo: 5000 euro di multa a un italiano che vende cicoria, senegalesi ignorati

 

Coro di proteste fra i testimoni della multa al mercato da 5mila euro ad un ragazzo venditore di cicorie. Il sindacalista Gianfranco Angioni: “Il sindaco annulli questa multa, a fianco c’erano decine di senegalesi che vendevano merce contraffatta in spregio a tutte le norme

cicoriaMultano i cagliaritani, ignorano gli stranieri: coro di proteste a Cagliari fra i testimoni dell’incredibile multa di oggi nei pressi del mercato di san Benedetto. Dove un sardo ha subito la multa di 5mila euro perchè vendeva in strada alcuni mazzi di cicoria. Gianfranco Angioni, sindacalista Cils Fp, racconta: “Uscivo dal supermercato e sul marciapiede un ragazzo aveva due cassette con alcuni mazzetti di cicoria selvatica ( Erba selvatica che cresce nei campi d’inverno) nessun prodotto da poter fare concorrenza a nessuno. Pensavo l’avessero allontanato invece le hanno messo 5000 euro di multa. Considerato che nei paraggi vi sono decine di senegalesi che vendono la loro merce in spregio a tutte le norme, trovo assurdo che ci si accanisca con un povero ragazzo rovinandole il futuro.Il mio auspicio e che il sig. Sindaco faccia annullare immediatamente questa sanzione così esagerata”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Andrea Porcu: “Ero presente al momento in cui il ragazzo é stato multato, a pochi metri da lui c’era un ragazzo di colore che vendeva delle borse false, non è stato nemmeno guardato, però è giusto multare un sardo che vende cicoria per vivere, allora a posto così”.

Jacopo Forfo su  www.castedduonline.it



   

 

 

7 Commenti per “Razzismo: 5000 euro di multa a un italiano che vende cicoria, senegalesi ignorati”

  1. maria grazia defilippi

    Sì potrebbero avere i nomi degli agenti e della vittima per sporgere denuncia contro questi soprusi? Grazie.M.grazia defilippi,Riva Destra Sardegna

  2. Giuliano Gaudenzi

    Siamo alle solite ! Questo governo non aiuta il popolo Italiano e si disinteressa delle frodi commerciali. Gli addetti ai controlli nei mercati e sulle strade ricevono delle disposizioni dai superiori i quali a loro volta li ricevono dalla politica che amministra la zona , ed è qui il meccanismo assume caratteristiche abominevoli.

  3. Un comportamento dl genere è strano e fazioso! Non si dice chi sia/siano i contravventori, presumibilmente VVUU; dunque all’interno del palazzo Comunale qualcuno deve aver dato l’ordine per quel comportamento. E poi €5000 di ammenda per qualche mazzo di cicoria è mostruoso!

  4. Eppure ci sono ancora persone che difondono e che votano >COMUNISTA>

  5. 5000 EURO per un pò di verdura selvatica! Che brutto mondo!

  6. Vogliamo tutti i nomi.

  7. Non mi meraviglio affatto di quando accaduto ad un nostro connazionale multato x aver venduto merce senza autorizzazione,mi chiedo perche’ lo stesso metro di valutazione non viene applicato anche agli ambulanti abusivi.Il cittadino si caca sotto quando riceve un avviso di pagamento e cerca in tutti i modi di saldare il debito mentre l’abusivo con l’avviso si ci pulisce il culo dal momento che non ha niente da perdere.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -