Protesta di “profughi”: pretendono il wifi e una colf, immondizia rovesciata in strada

 

CERANOVA. Attimi di tensione l’altra sera a Ceranova per la protesta di un gruppo di 24 profughi che da qualche mese sono accolti in una villa bifamiliare, in via San Rocco, gestita da una cooperativa.

I migranti sono scesi lungo la via centrale del paese e hanno rovesciato sulla strada diversi sacchi di immondizia. Secondo quanto hanno riferito cittadini di Ceranova, a scatenare la manifestazione improvvisata sarebbe stata la richiesta degli stranieri, sino a oggi non ancora accolta, di avere la copertura wi-fi nella villa in cui sono ospitati e di poter contare anche su una persona che, periodicamente, effettui lavori di pulizia nella casalaprovinciapavese



   

 

 

6 Commenti per “Protesta di “profughi”: pretendono il wifi e una colf, immondizia rovesciata in strada”

  1. ALLUCINANTE, vorrei sapere che ne pensa Alfano compreso i difensori dei Clandestini i PDioti, fateci sapere che intenzioni avete con questi delinquenti che dopo che li avete accolti ecco il ringraziamento, ma andate AxxxxxxxO CxxxxxxI.

  2. contro 24 profughi pagati e mantenuti che si permettono di sporcare rovesciando immondizia, un sindaco in questa cittadina non poteva intervenire e far ripulire i tutto? no è lasciamoli fare: questo è il risultato di 3 governi montati da napolitano che ci stanno eliminando come popolo

    • Sig.ra Maria
      sono pienamente d’accordo con lei sul discorso governi ma è giusto precisare che il nostro sindaco Alessandro Grieco è intervenuto TEMPESTIVAMENTE proprio durante la protesta di questi “signori”, non solo.. il giorno dopo è andato in prefettura a parlare direttamente con l’ente competente per garantire al meglio la NOSTRA tranqillità e incolumita.

  3. Vergogna. Tutto questo generera’ solo gravi tensioni sociali, venendo meno i principi di giustizia e ragionevolezza l ‘ unico esito sara’ il caos e il dilagare della violenza. Insegnamo ai nostri figli il rispetto delle regole mi chiedo quali, valgono per tutti? Una societa’ dicesi civile se le norme e le pene sono certe e se vengono applicate. Ma forse l obiettivo e’ proprio quello di creare forti tensioni.

  4. Giusto!I poveri migranti non devono essere costretti a rifarsi da soli i letti,pulirsi e stirarsi la biancheria(soprattutto quella intima),cucinare e lavare stoviglie;ci vuole la servitù,come ben si addice al loro rango!

  5. A calci fuori dall’Italia. Solo questo meritano. Quello che dovrebbe spettare agli italiani lo danno a loro. Vergogna. La politica di questo paese fa ridere il mondo intero e ci lasciamo ancora prendere per i fondelli. Non ho parole.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -