Ex ostaggio Isis: “Jihadi John mi ha costretto a ballare il tango con lui”

Condividi

 

Daniel-Rye-Ottosen

 

“Jihadi John mi ha costretto a ballare il tango con lui”. E’ quanto emerge dal racconto di Daniel Rye Ottosen, fotografo danese 25enne, rilasciato lo scorso giugno, dopo oltre un anno di prigionia in mano dell’Is. “Jihadi John mi ha fatto cantare la canzone degli Eagles ‘Hotel California’ alle parole “Benvenuti al delizioso hotel di Osama”.

Il suo aguzzino, Jihadi John, cittadino britannico, divenuto uno dei tagliagole dello stato islamico, lo ha anche picchiato e poi appeso al soffitto in catene. Il rilascio di Ottosen è stato possibile grazie al pagamento di un riscatto. Il danese è stato l’ultimo ostaggio occidentale ad essere liberato, poi ci sono state le decapitazioni, in video, dei suoi compagni di prigionia, James Foley, Steven Sotloff, David Haines, Alan Henning e Abdul-Rahman Kassig.

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -