Protesta dei “profughi” a Sedrina, auto bloccate con pugni e sassate

(video di BergamoNesw)

Un gruppo di sedicenti profughi ospitati nella Casa San Giuseppe di Sedrina è sceso in strada sabato mattina per chiedere con violenza più assistenza sanitaria. Gli automobilisti sono stati fermati a forza con sassi e rami scagliati in mezzo alla carreggiata. Pugni ai vetri, urla. Solo con l’intervento dei carabinieri e della Polizia locale i manifestanti sono stati riportati alla calma e all’interno della struttura in cui sono ospitati.

“Questi sono i risultati delle scelte governative – commenta il sindaco di Lenna Jonathan Lobati, esponente di Forza Italia -. Si scarica tutto addosso ai Comuni che si trovano inermi e senza mezzi di fronte a queste problematiche così gravi”.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -