In Arabia Saudita ci sono 100mila tende vuote: potrebbero ospitare 3 milioni di persone

L’Arabia Saudita ha 100.000 tende con aria condizionata che possono ospitare 3 milioni di persone, eppure non ha accolto neanche un rifugiato.

arabia-tende1

Mentre i paesi europei vengono criticati per la loro incapacità di accogliere, l’Arabia Saudita – che ha preso  migranti per un numero esattamente pari a zero – ha 100.000 tende climatizzate, che possono ospitare oltre 3 milioni di persone, VUOTE.

La rete tentacolare di tende di alta qualità, che si trova nella città di Mina, occupa una valle di 20 km ed è utilizzata solo per 5 giorni l’anno da pellegrini Hajj. Come riporta il sito amusingplanet.com, “Per il resto dell’anno, Mina resta praticamente deserta.”

arabia-tende2

Le tende, che misurano 8 metri per 8 metri, sono state costruite in modo permanente dal governo saudita nel 1990 e sono state aggiornate nel 1997 con sistemi antincendio. Esse sono suddivise in  reparti che comprendono cucina e bagno.

Le tende potrebbero fornire un riparo per quasi tutti i 4 milioni di rifugiati siriani che sono fuggiti dalla guerra civile, in parte aggravata proprio dal ruolo dell’Arabia Saudita che ha fornito finanziamenti e armamenti ai jihadisti.

Tuttavia, come riporta il Washington Post, i ricchi Paesi arabi del Golfo come l’Arabia Saudita, Qatar, Kuwait e altri, hanno accolto  zero profughi siriani. Anche se l’Arabia Saudita sostiene che ha preso 500.000 siriani dal 2011, i gruppi per i diritti umani sottolineano che queste persone non sono autorizzate a registrarsi come migranti. Molti di loro sono anche immigrati regolari trasferiti lì per lavoro. In confronto, il Libano ha accolto 1,3 milioni di rifugiati – più di un quarto della sua popolazione.

Però, mentre si rifiuta di prendere rifugiati, l’Arabia Saudita si è offerta di costruire 200 moschee per i 500.000 immigrati all’anno che dovrebbero essere ospitati in Germania.

I Sauditi sostengono che le tende di Mina sono necessari per ospitare il pellegrinaggio islamico annuale alla Mecca, ma dato che il concetto arabo di Ummah dovrebbe offrire protezione a tutti i musulmani sotto una fratellanza, sicuramente una posizione alternativa potrebbe essere trovata in modo che Mina possa essere riproposta per ospitare famiglie disperate in fuga da guerre e persecuzioni dell’ISIS? E poi noi saremmo gli infedeli?

Mentre l’Europa è gravata potenzialmente da milioni di persone che non condividono la stessa cultura o la stessa religione della popolazione ospitante, gli stati arabi del Golfo rifiutano la loro responsabilità.

La probabilità che i sauditi invitino i rifugiati siriani a Mina è praticamente pari a zero, ma le migliaia di tende vuote servono come rappresentazione fisica dell’ipocrisia dei ricchi Stati arabi del Golfo, quando si tratta di aiutare in momenti di crisi.

INFOWARS traduzione ImolaOggi.it

Photos credit: Akram Abahre



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -