L’Italia studia il cambiamento degli stili alimentari in Mozambico!

La Cooperazione Italiana ha presentato  a Expo Milano, nella cornice di Cascina Triulza, i risultati di una ricerca sul cambiamento degli stili alimentari in Mozambico. Lo studio, condotto dall’esperto di salute pubblica Marcello Gelormini e dal docente di Geografia dell’Università Eduardo Mondlane di Maputo, è stato presentato dal Ministro Cristiano Maggipinto, Capo dell’Ufficio IX della Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

italia-poverta

“L’incontro dedicato allo street food in Mozambico è uno degli oltre trenta eventi che la Cooperazione Internazionale organizza a Expo Milano 2015″, ha ricordato Maggipinto. “L’Italia sta facendo tanto e può fare ancora molto per migliorare la sicurezza alimentare in un paese che per noi è prioritario. L’obiettivo della Cooperazione Internazionale è la valorizzazione della biodiversità, il sostegno di programmi di sviluppo agricolo e il rafforzamento del ruolo delle donne in agricoltura nei paesi in via di sviluppo”.

“A Maputo vivono più di 1 milione e 200 mila persone, il 4 per cento della popolazione del Mozambico”, ha sottolineato dal canto suo Gelormini. “Inoltre – ha proseguito – la capitale è meta di tanti pendolari. In questo contesto di forte urbanizzazione sempre più persone si ‘affidano’ allo street food per il loro pasto quotidiano. I lati positivi sono il basso prezzo e la comodità ma, purtroppo, dal punto di vista nutrizionale si tratta di cibi ricchi di grassi e zuccheri, spesso fritti e a base di farine raffinate. Siamo in una fase iniziale di studio e continueremo ad analizzare la situazione alimentare a Maputo nei prossimi mesi in partnership con l’Università di Porto”, ha concluso l’esperto.

Giustizia, Orlando: per mafiosi e corrotti non carcere, ma sanzioni patrimoniali

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -