“Dammi i soldi o tiro fuori la spada e la pistola”, arrestati marocchini

Bologna – Via Stalingrado: due rapine alla stessa edicola, la polizia ferma due marocchini

 

rapina

Ieri la polizia ha arrestato un 19enne e indagato in stato di libertà un 22enne per rapina aggravata in concorso ai danni dell’edicola al civico 101 di via Stalingrado. Si tratta di due ragazzi nati in Marocco, ma residenti e cresciuti a Bologna.

A chiamare il 113 il proprietario dell’esercizio, un bolognese di 48 anni, che ha riferito di aver subito ben due rapine messe a segno dallo stesso giovane, descritto come magrebino. Alle 5.40 era stato minacciato con frasi del tipo: “Dammi i soldi o tiro fuori la spada e la pistola”, così gli aveva consegnato 100 euro del fondo cassa. Mentre si allontanava, il ladro aveva anche arraffato alcune schede “Gratta e vinci”.

Un’ora più tardi, la vittima, chiusa a chiave all’interno della rivendita, ha udito dei rumori e ha visto lo stesso rapinatore battere con un sasso contro le pareti esterne per farsi aprire. Questa volta non era solo, ma in compagnia di un altro giovane che fungeva da “palo”. Evidentemente non soddisfatto del precedente bottino, ha chiesto altri soldi con minacce di diverso tenore: “Faccio parte del clan dei casalesi…” Ha portato via un computer portatile e 250 euro. Solo allora l’edicolante, con l’aiuto di un testimone, un lavoratore del vicino Hotel Maxim, ha deciso di chiamare la polizia.

Grazie alle descrizioni, la volante ha individuato il “palo” in via Testi, ma nel corso dell’inseguimento si è scontrata con un’auto. Il 19enne è stato però arrestato poco dopo da un’altra pattuglia, giunta in ausilio. Il giovane ha ammesso le sue responsabilità e, nel corso della perquisizione, gli agenti hanno rinvenuto nelle sue tasche otto “Gratta e vinci” e 193 euro, frutto della “spartizione” del bottino. A suo carico, solo un piccolo precedente per minacce. In serata, dopo la confessione del complice, il 22enne, ovvero l’autore materiale, si è costituito.

bolognatoday.it



   

 

 

1 Commento per ““Dammi i soldi o tiro fuori la spada e la pistola”, arrestati marocchini”

  1. Anche chi ruba nelle case si sono fatte furbe. cercano chi ha bisogno di tenere la casa oulita anche un giorno alla settimana sono disponibili. i più bisognosi sono gli anziani .Legittimano; entrare in casa e con la scusa di pulire (puliscono) frugano dappertutto e rubano . Ti accorgi dopo la terza o quarta volta che non trovi questo o quest’altro , e non le puoi nemmeno denunciare , faresti ingrassare gli avvocati-!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -