FMI, Cottarelli: 5 miliardi i costi politica. E 10mila partecipate sono troppe

I costi della politica? Cinque miliardi di euro su una spesa primaria di 720 miliardi. Lo rivela l’ex commissario alla spending review Carlo Cottarelli, dicendo che “è una leggenda metropolitana” che tali costi “abbiano creato il debito pubblico alto che abbiamo”. Il problema, spiega, “non è lì da un punto di vista quantitativo, ma si tratta di costi insopportabili. Anche se piccoli sprechi, riguardano privilegi che non dovrebbero esistere“.

Cottarelli, relatore al Festival dell’Economia di Trento, ha toccato  il tema della macchina pubblica e i suoi sprechi: “La complessita’ della pubblica amministrazione porta oggi ad avere – soprattutto nel nord Italia – piu’ di 10 mila partecipate, e proprio per questo bisogna semplificare sia per risparmiare che per ottenere piu’ trasparenza“.

Riguardo il debito pubblico Cottarelli ha poi specificato che “non e’ vero che in Italia non si e’ mai riusciti a ridurre la spesa pubblica primaria, prova ne e’ che e’ cresciuta fino al 2009, poi e’ rimasta costante fino al 2013 con dei successivi cali di spese di Stato, Regioni e Province che hanno raggiunto quasi il 20% in alcuni casi”. Inoltre – ha sottolineato il direttore esecutivo del Fondo monetario internazionale – “Non e’ vero che noi rispetto agli altri paesi europei spendiamo di piu’; da un confronto attento si puo’ dire che spendiamo uguale”.

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -