Province, allarme Cgil: da giugno stipendi a rischio

Condividi

 

cgil“C’e’ il forte rischio che da giugno i dipendenti delle province non prendano piu’ gli stipendi e sono a rischio le stesse funzioni delle province”.

Lo sostiene il responsabile Settori pubblici della Cgil, Michele Gentile, secondo il quale, “il rischio e’ matematico, oggettivo, visti i tagli alla legge di Stabilita’ e i ritardi nel ricollocare gli esuberi derivanti dalla legge Del Rio“.

Pronta la replica del governo: “Non c’e’ nessuna inerzia da parte del governo. La Legge Delrio si sta attuando” sottolinea il sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa. “I provvedimenti previsti dalla legge di stabilita’ stanno trovando applicazione. Le Regioni stanno facendo la loro parte – prosegue Bressa-. Si sta realizzando la piu’ grande riforma della pubblica amministrazione della storia della Repubblica.
E’ un processo complesso che ha bisogno di tempo. Lanciare allarmi come fa la Cgil non solo e’ sbagliato ma e’ anche irresponsabile soprattutto nei confronti dei dipendenti, che sono e saranno garantiti nei loro diritti”. (AGI) .

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -